Studio Saparo

© 2007 - 2017 Studio Saparo - Paolo Zanoli  - PI 09308390013 - tutti i diritti riservati  

Studio Saparo non utilizza alcun tipo di cookie. Google e Microsoft utilizzano propri cookie di statistica e navigazione  

LINK DIRETTI

Home

Studio Saparo
Villar Dora TO

ultimi aggiornamenti
 il 13/10/2017

Detrazioni fiscali

Conto Termico

Energetica

Approfondimenti normativi

obiettivi e caratteristiche del sito

credits

termini d’uso e limitazione di responsabilità

Contabilizzazione del calore


AGEVOLAZIONI PER RISPARMIO ENERGETICO

INCENTIVI CONTO TERMICO 2.0


Schema delle caratteristiche più importanti












































































































































Oggetto

Info

Note

Norma istitutiva

DM 16/2/2016

in vigore  sino al 31-5-2016 (non vantaggioso rispetto all’aggiornamento del 16/2/2016)

Regolamento attuativo

Regole Applicative Conto Termico emanate da GSE (ultima revisione 29/7/2016)


Evoluzione normativa

DM 16/2/2016 (cosiddetto Conto Termico 2.0)

in vigore dal 31 maggio 2016

Tipo di agevolazione

- Incentivi a seconda del tipo di intervento il cui importo  e le modalità di erogazione variano seconda del tipo di intervento.

- Massimo erogabile 65% delle spese ammesse sostenute.

- Gli incentivi sono erogati da GSE con bonifico bancario

- E’ possibile conferire mandato all’incasso o cedere il credito a terzi

- Esempi di importi concessi

- CalConto 2016: strumento per il calcolo degli incentivi Conto Termico

- Le formule per il calcolo degli incentivi sono contenute nelle Norme Applicative GSE

- Sono previste erogazioni in unica soluzione (incentivi inferiori a € 5000) oppure in 2 o 5 anni

- Per le PA sono previsti acconti ad inizio lavori

Durata delle agevolazioni

Sino ad esaurimento del fondo annuo cumulativo:

M€ 200 per PA

M€ 700 per privati

- Il fondo è molto abbondante rispetto alle richieste (si utilizza meno del 4% annuo)

- Esistono meccanismi per la tutela dei richiedenti in prossimità dell’esaurimento dei fondi

Cumulabilità con altre agevolazioni

- Non cumulabili con detrazioni 50% e 65%.

- Cumulabili con contributi in conto interessi, fondi garanzia e fondi rotazione

Per interventi su edifici di proprietà ed utilizzo della PA sono cumulabili con contributi in conto capitale con limitazioni

Beneficiari

- Privati (persone fisiche e giuridiche)

- Pubblica Amministrazione e società interamente a capitale pubblico


Immobili ammessi

Immobili esistenti (non ammessi i nuovi edifici in costruzione) di tutte le categorie catastali


Accesso agli incentivi

Gli incentivi si richiedono con una procedura web entro 60 gg. dalla fine dell’intervento.

Il fine intervento deve avvenire entro 90 giorni dall’ultimo pagamento


- Le Pubbliche Amministrazioni, in taluni casi, possono prenotare l’incentivo e chiedere un anticipo del 50% ad inizio lavori. In tali casi l’inizio e la durata dei lavori deve avvenire entro tempi prestabiliti

Adempimenti precedenti l’intervento

Nessuno tranne che nei casi in cui la Pubblica Amministrazione non richieda la prenotazione dell’incentivo.

- Sono spesso richieste foto dello stato ante operam.

- Devono essere rispettati, quando necessari, gli adempimenti relativi alla normativa edilizia

Adempimenti a fine intervento

Presentazione a GSE della “Scheda domanda “ e di informazioni sulla documentazione dell’intervento

Devono essere rispettati, quando necessari, gli adempimenti relativi alla normativa edilizia

Modalità di pagamento delle spese

Tramite bonifico bancario o postale, mandato di pagamento o carta di credito

- Vi sono diciture da apporre su fatture e bonifici

- Vi sonno limitazioni all’uso di carte di credito

Catalogo apparecchi domestici

Se si utilizzano i prodotti elencati nel Catalogo apparecchi domestici non è necessario documentare la loro conformità alle specifiche delle Regole Applicative Conto Termico

0

Documentazione necessaria redatta da professionisti

A seconda del tipo di intervento può essere richiesta documentazione redatta da un professionista

A seconda del tipo di intervento possono essere richieste asseverazioni, Diagnosi Energetiche, APE. Consultare

Documentazione di prodotti o dichiarazioni non necessariamente redatte da professionisti

Alcuni tipi interventi non necessitano di documentazione redatta o procurata da professionisti


Documentazione amministrativa

Fatture e ricevute dei bonifici relativi alle spese effettuate


Elenco generale degli interventi ammessi

Se effettuati da privati o da Pubbliche Amministrazioni

- Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con altri utilizzante pompe di calore

- Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale a gasolio, olio combustibile, carbone o biomasse con altri utilizzanti generatori a  biomasse

- Installazione di collettori solari termici anche  abbinati a sistemi solar cooling

- Sostituzione di scalda acqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore

- Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con sistemi ibridi a pompa di calore


 Solo se effettuati da Pubbliche Amministrazioni

- Isolamento termico di superfici opache di edifici.

- Interventi sui serramenti.

- Sostituzione impianti termici con altri basati su caldaie a condensazione

- Installazione di sistemi di schermatura solare

- Trasformazione in Edifici a Energia Quasi Zero (NZEB)

- Sostituzione di sistemi di illuminazione interna e di pertinenze

- Installazione di tecnologie e di controllo degli impianti termici ed elettrici (building automation)


Altre particolarità

I controlli sulla corretta erogazione degli incentivi sono effettuati da GSE.

Non sono indicate esplicitamente delle sanzioni per la richiesta indebita di incentivi

Hanno comunque rilevanza penale reati quali  il falso in atti pubblici e la truffa ai danni dello Stato



Considerazioni di Studio Saparo


Si tratta di incentivi di Stato per interventi finalizzati al risparmio energetico utilizzabili da privati (persone fisiche o giuridiche) o dalle Pubbliche Amministrazioni.

Era stato annunciato che l’aggiornamento del 2016 (Conto Termico 2.0) avrebbe reso questi incentivi più attraenti e semplici da ottenere. Francamente non ci pare che sia accaduto in modo significativo.


Sino al 2015 sono stati molto poco utilizzati. Si consideri che sia i privati che la Pubbliche Amministrazioni hanno richiesto anno per anno meno del 4% degli importi stanziati.


Riteniamo che le Pubbliche Amministrazioni, non avendo le alternative dei privati e potendo cumulare questi incentivi, dovrebbero sistematicamente farvi ricorso. Qualunque sia l’importo ricavabile.


Riguardo ai privati, la causa dello scarso utilizzo è a nostro parere nella modestia  del contributo previsto, nella complessità dei requisiti che devono soddisfare gli interventi e nella quantità e complessità di documentazione da produrre o possedere.

Il primo elemento sostanzialmente permane anche nella versione Conto Termico 2.0.

Gli altri elementi, a giudicare dal DM e dalle nuove Regole Applicative, anche.

Se l’utente ritenesse di dover affidare ad un terzo la gestione della domanda d’incentivo, potrebbe ridursi ancora di più il già contenuto  beneficio economico.

 

Riguardo alla semplificazione, crediamo sia significativo citare alcuni dati immediati a nostro parere significativi.

- Il DM del 2012 ed i suoi allegati costituivano una pubblicazione di 42 pagine;

- Il DM del 2016 ed i suoi allegati (che dovrebbero semplificano il suddetto) constano di… 41 pagine;

- Le Regole  Applicative 2012 sono un volume di 156 pagine. Esattamente come quelle del 2016 .

pagina aggiornata il 9-6-2017


GSE
Conto Termico 2.0


pagine web dedicate alle agevolazioni previste da Conto Termico 2.0


GSE
Vademecum
Conto Termico 2.0

sintesi GSE delle gevolazioni previste da Conto Termico 2.0




Le detrazioni 65%
(interventi per risparmio energetico)

infomazioni  generali ed
elenco degli interventi detraibili





Le detrazioni 50%
(ristrutturazioni edilizie)


informazioni generali ed
elenco degli interventi detraibili




Norme generali per le detrazioni 65%
(interventi per risparmio energetico)






Norme generali per le detrazioni 50%
(ristrutturazioni edilizie)




Gestione
Conto Termico 2.0

gestione completa
con assistenza
amministrativa e
normativa




Servizi per impianti fotovoltaici

analisi finanziaria dell’investimento
gestione pratiche amministrative
assistenza amministrativa e normativa


Elaborazione
Diagnosi Energetiche


secondo le normativa
tecnica vigente


Gestione
detrazioni 65%
caldaie a condensazione

gestione delle pratiche
assistenza amministrativa
e normativa


Gestione
detrazioni 65%
pannelli solari

gestione delle pratiche
assistenza amministrativa
e normativa



Agenzia delle Entrate
Guida
alle detrazioni 65%

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico


CalConto 2016

Strumento completo
per il calcolo degli incentivi
Conto Termico 2.0
(basato su Microsoft Excel)


Dowload gratutito



Pianificazione e gestione agevolazioni
in interventi edilizi e impiantistici  complessi

ottenimento del massimo vantaggio dalle agevolazioni disponibili


Cumulabilità delle agevolazioni


schema delle norme che
regolano la cumulabilità tra le agevolazioni


Servizi per consulenti fiscali su
agevolazioni per interventi edilizi e impiantistici

servizi flessibili e scalabili per CAF, commercialisti ed altri consulenti fiscali


Tabella orientativa degli interventi edilizi ed impiantistici agevolati

schema delle detrazioni
fiscali e delle altre
incentivazioni statali o
regionali vigenti



Regole applicative GSE
Conto Termico



guida completa alla normativa ed alle procedure



Elaborazione
Attestati Energetici
APE

secondo l’attuale normativa in
vigore dal
 1 ottobre 2015
in
Regione Piemonte


Ammontare indicativo
degli incentivi Conto Termico


tabella orientativa per
conoscere l’ammontatare ed il tempo di eroragazione degli incentivi Conto Termico